A Madrid è stato costruito un hotel in soli 14 giorni

  • 1 mese ago
  • 0
Immobiliare giorno 01 A Madrid è stato costruito un hotel in soli 14 giorni


L’impresa di costruzioni Casais España IC, appartenente al Gruppo Casais di origine portoghese, e l’impresa di costruzioni spagnola ACR, hanno completato in soli 14 giorni il montaggio della struttura industrializzata del B&B Hotel che stanno realizzando a Tres Cantos (Madrid). L’immobile, promosso da Sunny Casais e progettato da TdB Estudio de Arquitectura, si sviluppa su cinque piani ed è il primo edificio costruito in Spagna con il sistema ibrido industrializzato sviluppato da CREE Buildings, in cui il legno gioca un ruolo da protagonista.

Nello specifico, in questi 14 giorni di montaggio dell’impianto industrializzato, è stato ultimato l’intero involucro esterno, compresa la facciata con infissi e vetri, e distribuiti i bagni industrializzati (Blufab) ai piani, nonché i kit tubazioni per l’impianto strutture (Blumep). Tutto questo, con produzione fuori sede e assemblaggio diretto in loco.

In questo modo è stato possibile risparmiare circa sei mesi nell’impostazione complessiva dell’opera rispetto ad un progetto edilizio tradizionale, ridurre l’impatto sull’ambiente e accelerare l’avvio dell’immobile con standard qualitativi più elevati.

Il primo edificio ibrido in Spagna

Questo B&B Hotel è il primo edificio costruito in Spagna con il sistema ibrido industrializzato di legno e cemento sviluppato da CREE Buildings. Un progetto di 120 camere distribuite su 5 piani e con parcheggio in superficie, che incarna un nuovo concetto di edilizia sostenibile e contribuirà a rafforzare la rete alberghiera B&B.

Per la sua costruzione è stato utilizzato un sistema ibrido industrializzato, in cui il legno gioca un ruolo da protagonista. Ciò rappresenta una rivoluzione nell’edilizia sostenibile, dando origine a una nuova generazione di edifici in Spagna.

Nello specifico, la struttura e le facciate industrializzate di questo progetto si basano sul sistema industrializzato sviluppato da CREE Buildings, adatto per progetti di costruzione in cui la sostenibilità ha la precedenza su altre variabili.

Secondo i dati di CREE Buildings, un’altra caratteristica di questo sistema ibrido è che il consumo di materiali è molto più efficiente e consente anche l’adozione di una strategia di economia circolare, dove il 50% dei materiali può essere riutilizzato alla fine del ciclo di vita dell’immobile. Non solo. Consente anche una riduzione dei rifiuti del 70% e dell’inquinamento acustico di oltre il 50%. D’altro canto, questo sistema rende l’edificio molto più efficiente, grazie a una riduzione del consumo energetico e perché la sua manutenzione è più semplice.

Insomma, questo sistema, già utilizzato in più di 15 edifici nel mondo, rende possibile un’edilizia rispettosa dell’ambiente, senza rinunciare a una grande flessibilità progettuale, consentendo di realizzare edifici superiori ai 12 piani.



Fonte Idealista.it

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta
error: Il contenuto è protetto !!