Casa BFF, posata la prima pietra a Milano. Ecco il progetto

  • 12 mesi ago
  • 0
Immobiliare casa bff Casa BFF, posata la prima pietra a Milano. Ecco il progetto


II gruppo Bff è il più grande operatore di finanza specializzata in gestione di crediti commerciali nei confronti nella pubblica amministrazione, attivo in Italia e in tutta Europa. Dal 2024 avrà una sede a Milano: si tratta di Casa Bff, di cui è stata posata la prima pietra il 7 giugno 2023. Una sede avveniristica che sorgerà per 40 metri di altezza su un terreno da oltre tremila metri quadrati acquistato da FieraMilanoCity, zona Portello, per un  totale di 9 mila metri quadri fuori terra (oltre 7 mila di superficie costruita). Scopriamo insieme il progetto.

Disegnata da OBR come un progetto urbano, “Casa BFF” vuole creare un forte legame con il distretto, a partire dal contesto stesso di Viale Scarampo come primario asse di ingresso alla città. Arretrando dall’allineamento stradale, l’edificio è pensato per essere lo sfondo della nuova piazza, uno spazio civico aperto a tutti, un giardino urbano sul quale si affacciano l’atrio di ingresso, l’auditorium e il museo di Casa BFF.

Un porticato alto 40 metri sorregge la grande copertura energetica, definendo così il “quinto prospetto”, osservato dall’alto, una figura geometrica regolare perfettamente riconoscibile nella mappa della città. Proteggendo sia la piazza sia l’edificio, la grande copertura è un dispositivo passivo e attivo: offre riparo dalle intemperie e contribuisce al soddisfacimento del fabbisogno energetico della banca e del suo intorno.

Con i suoi 2.300 mq di pannelli fotovoltaici, produce 360 Megawatt ora/anno, realizzando l’ambizione di sostenibilità ambientale di BFF, con certificazione LEED Platinum e WELL Gold. Il porticato e la grande copertura definiscono il pronao attraverso cui si accede all’edificio, caratterizzando al contempo la grande terrazza panoramica pensata come spazio comune, da cui ammirare la città.

Lo spazio interno consente la massima riconfigurabilità e personalizzazione, garantendo l’adattabilità alla maggior varietà di layout possibili, con aree relax e spazi informali ibridi tra indoor e outdoor.



Fonte Idealista.it

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta
error: Il contenuto è protetto !!