Crepe sul muro esterno: comprendere il problema e agire in tempo

  • 2 settimane ago
  • 0
Immobiliare crepe sul muro esterno Crepe sul muro esterno: comprendere il problema e agire in tempo


L’insorgenza di crepe sui muri è uno dei peggiori incubi dei proprietari di abitazioni, questo perché molto spesso è sinonimo di gravi problemi alla struttura dell’edificio. Tuttavia, prima di agire in qualunque modo, è bene comprendere quali siano le cause e le possibili conseguenze dell’avere crepe sul muro esterno, ma anche interno, della propria casa per poter intervenire nella maniera più corretta.

Cosa succede se il muro si crepa?

A seconda della gravità dell’origine del problema, la comparsa di crepe sul muro può comportare conseguenze molto diverse tra loro. Sicuramente, la prima e più scontata problematica è la presenza di un danno al lato estetico dell’edificio.

Le crepe sui muri esterni possono incidere sull’isolamento termico della casa e comportare una perdita di energia non indifferente. Le crepe possono consentire l’infiltrazione dell’aria e dell’umidità, compromettendo l’efficienza energetica dell’edificio e aumentando i costi di riscaldamento e raffreddamento.

Le crepe sul muro possono anche fornire un percorso per l’infiltrazione dell’acqua, causando danni più gravi come muffe, marciume e danni strutturali a lungo termine. Un percorso che porta a un deterioramento generale dell’edificio e a causare danni strutturali ben più gravi di quelli che si presentavano all’insorgere della crepa. Quindi, possono rappresentare un rischio per la sicurezza degli occupanti, specialmente se indicano un cedimento strutturale imminente.

Le principali cause delle crepe sui muri

Le crepe sui muri possono essere causate da diverse ragioni, spesso sono sintomo di problemi che possono rivelarsi più o meno gravi: è necessario capire quando è il caso di preoccuparsi. Anche se la presenza di crepe può essere frequente è bene capire quali siano le cause che le comportano, tra le più comuni è possibile trovare:

  • Usura e passare del tempo: gli edifici possono soffrire di deterioramento a causa del solo trascorrere del tempo. Un fenomeno inevitabile ma che può essere tenuto sotto controllo con una corretta manutenzione periodica.
  • Movimenti del terreno: le variazioni nel terreno, come subsidenza o gonfiore del suolo, possono esercitare pressioni sulle fondamenta della casa, causando crepe nei muri. Anche l’attività sismica è uno dei fattori che può comportare la formazione di crepe.
  • Insediamento strutturale: nel tempo, le strutture possono subire insediamenti dovuti a vari fattori, come il peso dell’edificio, la natura del terreno sottostante o il tipo di fondazione. Questo può portare a crepe nei muri.
  • Cambiamenti termici: le variazioni di temperatura possono causare espansione e contrazione dei materiali da costruzione, provocando crepe, specialmente se i materiali sono di scarsa qualità o se ci sono difetti di costruzione.
  • Infiltrazioni d’acqua: le infiltrazioni d’acqua possono indebolire la struttura del muro, causando danni e crepe. Le cause possono includere perdite dal tetto, guarnizioni difettose intorno alle finestre o problemi di drenaggio.
  • Deformazioni legate all’umidità: l’umidità e la presenza di acqua nel terreno circostante possono causare deformazioni e movimenti del suolo, influenzando la stabilità delle fondamenta e generando crepe.
  • Fondamenta inadeguate: una fondazione insufficiente o danneggiata può portare a movimenti strutturali e alla comparsa di crepe nei muri.

Crepe sul muro di un edificio appena ristrutturato

Purtroppo, non di rado la formazione di crepe avviene in un periodo strettamente successivo ai lavori di ristrutturazione sull’abitazione. Ciò succede per un problema di ristrutturazioni improprie, che non tutelano la struttura dell’edificio e che hanno come conseguenza problemi sulla stabilità dell’intera struttura. L’eliminazione di pareti portanti o le modifiche strutturali senza una pianificazione adeguata possono influire sull’edificio, causando crepe spesso pericolose.

Tipologie di crepe sui muri

Le crepe nei muri possono manifestarsi in diverse forme e indicano problemi specifici. Il monitoraggio attento e l’intervento tempestivo sono essenziali per garantire la sicurezza e la stabilità strutturale dell’edificio. Di seguito un aiuto per comprendere, già ad un primo sguardo, con quali tipi di crepe sui muri si ha a che fare:

  • Crepe verticali (schiacciamento): causate dalla forza di gravità che preme sulle fondamenta, hanno come effetto possibile il mancato scarico del peso sulle pareti, potenziale cedimento strutturale. Diviene necessario monitorare attentamente per prevenire danni strutturali.
  • Crepe orizzontali (lesioni da trazione): la causa è un peso eccessivo della copertura superiore, per via di pioggia o neve si procura una flessione delle travi, ma anche fratture nelle murature, tipicamente ai piani superiori. Fare attenzione, quindi, ai carichi pesanti con consueto monitoraggio per prevenire danni alle strutture.
  • Crepe trasversali o oblique: la causa è il deterioramento del suolo, che rappresenta un problema più grave e richiede tempestivo intervento. In questo caso è importante riconoscere e affrontare rapidamente il deterioramento del suolo.
  • Crepe post-terremoto: tra i segnali superficiali si possono cogliere crepe nell’intonaco che indicano un impatto meno profondo. In altri casi si hanno veri e propri segnali strutturali, come crepe su pilastri portanti che richiedono la valutazione di un esperto per determinare la procedura di sicurezza post-sisma.

Specialmente in presenza di crepe trasversali o post-terremoto, è necessario agire tempestivamente e contattare un esperto che sia in grado di risolvere il problema.

A chi rivolgersi per le crepe sul muro?

Per affrontare efficacemente le crepe nei muri, è consigliabile coinvolgere un professionista del settore, come un ingegnere strutturale o un geometra edile. Questi esperti possono valutare la situazione, identificare la causa delle crepe e suggerire le soluzioni appropriate per prevenire ulteriori danni e ripristinare l’integrità strutturale dell’edificio.

A seconda della causa delle crepe, le riparazioni potrebbero richiedere interventi significativi e costosi. Se le crepe fossero sintomo di un problema più ampio, la riparazione potrebbe coinvolgere la correzione delle cause sottostanti, comportando lavori decisamente impegnativi.



Fonte Idealista.it

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta
error: Il contenuto è protetto !!