Gli Agnelli vendono Villa Frescot: la richiesta è 10 milioni di euro

  • 2 mesi ago
  • 0
Immobiliare idealista lauraannastella affittoeconomia 1 Gli Agnelli vendono Villa Frescot: la richiesta è 10 milioni di euro


Villa Frescot degli Agnelli è ufficialmente in vendita. Dopo voci e speculazioni circolate nell’estate scorsa, la conferma della vendita della prestigiosa residenza è giunta nelle ultime settimane. Questa dimora, particolarmente cara a Gianni Agnelli e sua residenza fino alla sua scomparsa il 24 gennaio 2003, è ora disponibile sul mercato ad una cifra che si aggira sui 10 milioni di euro.

La decisione della vendita della ormai ex Villa Agnelli è stata presa da Margherita, secondogenita di Gianni, la quale ha ereditato la casa e altri possedimenti immobiliari a seguito della morte del padre, vecchio proprietario della dimora situata tra le colline torinesi.

Villa Frescot si estende su una superficie catastale che arriva attorno ai 1.000 metri quadri e accoglie diverse abitazioni nel suo perimetro, tra cui appare anche un meraviglioso giardino. La vendita appare complicata e c’è la possibilità di un frazionamento: il destino dell’ex villa Agnelli è tutto da scrivere.

Villa Frescot è in vendita: i dettagli

Dopo mesi di voci e speculazioni, seguite dal caso mediatico riguardante una collezione personale di 636 quadri appartenuti a Gianni Agnelli, la conferma è finalmente giunta: Margherita Agnelli, figlia de “l’avvocato”, ha consultato dei professionisti per cercare l’acquirente di una preziosa parte del patrimonio immobiliare di famiglia. Si tratta dell’ex casa Agnelli a Torino, situata nella suggestiva zona collinare di San Vito, a Revigliasco, identificata con il civico 291 e più comunemente conosciuta come Villa Frescot.

La maestosa abitazione in cui Gianni Agnelli e sua moglie Marella Caracciolo hanno convissuto per diversi anni, una delle loro abitazioni preferite assieme a quella di Villar Perosa, è ormai abbandonata da qualche anno. L’ultimo a viverci è stato John Elkann, uno dei membri della famiglia a cui è stato proposto l’investimento.

Quanto vale Villa Frescot?

La valutazione iniziale fatta dalla famiglia Agnelli per vendere Villa Frescot si aggira attorno ai 10 milioni di euro per una superficie catastale di 1.000 m2 comprendenti tutte le costruzioni e l’ampio giardino. Al prezzo andranno sommate le necessarie spese di ristrutturazione della villa, che potrebbero far lievitare la cifra considerevolmente.

Villa Frescot e la sua storia in evoluzione

La storia della sontuosa dimora, sorta sulle colline torinesi in un angolo di pace lontano dalla città, parte nell’Ottocento e annovera tra i suoi residenti famiglie di artisti e pittori, prima di arrivare nelle mani della famiglia Agnelli alla fine degli anni Sessanta del Novecento.

Dopo i passaggi di proprietà che hanno coinvolto la moglie di Gianni prima e la figlia poi, Villa Frescot è diventata lo scenario di una diatriba legale in famiglia in merito alla spartizione dell’eredità del noto imprenditore torinese. Il dibattito interessa anche i 636 dipinti della personale collezione di Gianni Agnelli.

Chi abita a Villa Frescot?

Attualmente, Villa Frescot non è abitata da nessun componente della famiglia Agnelli ed è ufficialmente sul mercato.

Stile e arredamento di Villa Frescot

Villa Frescot impressiona ogni passante per la grandezza delle tre abitazioni comprese nel perimetro: la maestosa villa di Agnelli a Torino, Villa Bona, già residenza del figlio Edoardo, e una dépendance separata per gli ospiti.

Osservando le foto disponibili al pubblico che ritraggono la famiglia Agnelli con personaggi illustri italiani e internazionali in visita a Villa Frescot, gli interni hanno conservato nel tempo uno stile classico e regale, caratteristica predominante dei 53 vani del complesso abitativo. La vasta collezione artistica, che include sculture e dipinti, si fonde armoniosamente con la curata selezione di tessuti curata da Marella Caracciolo. Questa armonia offre ampio spazio alle intriganti trame della carta da parati, creando un ambiente ricco di suggestioni visive e tattili.

Guardando Villa Frescot in foto dall’alto si può ammirare meglio la disposizione degli elementi in giardino, realizzata con l’aiuto di Russell Page, architetto paesaggista che lavorò anche a Villar Perosa. Frutteti, castagneti, piante di lavanda e prati all’inglese compongono la cornice stupenda di uno scenario da quadro.

Dove abita la famiglia Agnelli?

Considerando i discendenti della famiglia di Gianni Agnelli, quasi nessuno è rimasto nel capoluogo piemontese. John Elkann è in possesso di una residenza tra le colline torinesi edificata vicino a Villa Frescot mentre Andrea Agnelli si sarebbe trasferito recentemente ad Amsterdam.

Il patrimonio immobiliare della famiglia Agnelli ha altri pezzi in vendita

Villa Frescot a Torino non è l’unica residenza Agnelli disponibile sul mercato: infatti, Margherita sta procedendo nella ricerca di acquirenti coraggiosi anche per altri immobili in suo possesso. In primo piano, l’attico di Roma si distingue per il suo prezzo di vendita, fissato a 20 milioni di euro.

Situata all’ultimo piano di Palazzo Mengarini, questa dimora offre una vista panoramica sul Quirinale e gode di un prestigio particolare grazie alla presenza di opere d’arte di grande rilevanza storica, nonché al contributo di Mario Schifano, il quale si dedicò alla decorazione delle pareti della sala da pranzo.

Villa Frescot potrebbe diventare un museo?

Il destino della ex villa degli Agnelli di Torino, per molti anni condivisa da Gianni e sua moglie Marella Caracciolo, rimane ancora incerto. Tra le diverse prospettive che si sono delineate per questa maestosa dimora, si contempla anche la possibilità di trasformarla in un museo aperto al pubblico.

Questa interessante proposta è stata avanzata dal “Corriere di Torino” in ragione dell’importanza simbolica che l’imponente struttura ha assunto nel contesto locale. Il rilievo di Villa Frescot si deve non solo alla sua grandiosa architettura, ma anche alla preziosa collezione d’arte accumulata grazie agli investimenti significativi della famiglia Agnelli. La difficoltà nel trovare un acquirente valido per Villa Frescot potrebbe dunque incentivare la realizzazione del museo all’interno della tenuta.



Fonte Idealista.it

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta
error: Il contenuto è protetto !!