La mappa degli immobili dell’Ater all’asta a Roma ad aprile 2024

  • 3 settimane ago
  • 0
Immobiliare gettyimages 874732042 La mappa degli immobili dell’Ater all’asta a Roma ad aprile 2024


Continuano, anche nel 2024, le occasioni per chi è alla ricerca di opportunità immobiliari nella Capitale, sia per investimento sia per chi sta cercando una prima casa. Tra il 10 e il 12 aprile, infatti, l’Ater metterà diversi immobili in vendita all’asta.

idealista/news ha preparato una mappa delle proprietà in vendita, fornendo anche tutte le informazioni utili per presentare un’offerta e aggiudicarsi uno degli appartamenti che verranno battuti all’asta. Le abitazioni si trovano in diverse zone della città, da Prati al Flaminio, passando per Gianicolense e Ostiense, ma non solo.

Come funziona l’asta

La partecipazione all’asta consiste nella presentazione di un’offerta segreta per l’asta senza incanto. Nel solo caso in cui risulteranno presentate più offerte valide di pari importo collocate ex‐aequo al primo posto in graduatoria il notaio banditore provvederà a dare seguito all’incanto.

L’asta senza incanto consiste nella presentazione per ciascun Lotto di offerta segreta cartacea, digitale o cartacea digitalizzata innanzi al Notaio banditore o al Notaio Periferico di importo almeno pari al prezzo base d’Asta indicato.

Gli immobili in questione saranno venduti tramite la Rete Aste Notarili (RAN), il sistema informatico realizzato dal Consiglio Nazionale del Notariato per la gestione delle aste telematiche.

Attraverso il collegamento dagli studi notarili su tutto il territorio italiano, infatti, è possibile per gli interessati partecipare alle aste via web, potendo effettuare i rilanci anche a centinaia di km dall’immobile, abbattendo le barriere territoriali con la garanzia e sicurezza del notaio.

Come si partecipa a una asta telematica notarile? Una persona interessata all’acquisto di un immobile non dovrà più recarsi presso il professionista presso il quale si tiene l’asta, ma potrà andare in qualsiasi studio notarile aderente alla RAN per depositare la cauzione e fare le offerte.

Successivamente, nel giorno e nell’ora stabiliti dal bando, il cittadino si recherà presso lo studio del notaio presso il quale ha presentato l’offerta. Durante la sessione d’asta, che si svolgerà via web collegando tra loro tutti i notai, il notaio avrà cura di comunicare a tutti i partecipanti presenti, le offerte provenienti da tutta Italia, in modo tale che ognuno abbia la consapevolezza di come l’asta si sta svolgendo, e fare offerte, se lo ritiene.

 



Fonte Idealista.it

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta
error: Il contenuto è protetto !!