Solo il 38% delle case italiane potrebbe installare una colonnina di ricarica per auto elettriche

  • 4 settimane ago
  • 0
Immobiliare gettyimages 1714458003 Solo il 38% delle case italiane potrebbe installare una colonnina di ricarica per auto elettriche


La sfida della mobilità elettrica è ostacolata dall’impossibilità per molte famiglie italiane di installare un punto di ricarica per il proprio veicolo in un parcheggio di proprietà. Secondo uno studio pubblicato da idealista, il portale immobiliare leader per lo sviluppo tecnologico in Italia, circa 2 abitazioni su 3 (62%) nel nostro Paese non dispone di un garage in cui installare questi sistemi di ricarica, cosa che rende difficile l’accesso ai veicoli elettrici per l’uso quotidiano.

In tutto sono 51 le aree provinciali che superano la media nazionale del 38% di abitazioni dotate di garage o posti auto adatti all’installazione di un sistema di ricarica, con le percentuali di penetrazione più alte nelle province venete di Padova (69%) e Treviso (67%). Seguono da vicino Modena con il 63%, Mantova e Vicenza (entrambe 61%), mentre Forlì-Cesena raggiunge il 60%. Altre 16 province contano almeno la metà delle abitazioni attrezzabili con connettori per la ricarica dei veicoli elettrici racchiuse in una forchetta compresa tra il 59% di Verona e il 50% di Venezia.

All’opposto le province con una minore presenza di abitazioni con garage per veicoli elettrici sono Palermo (15%), Trieste (16%) e Reggio Calabria (17%). Percentuali sotto la media nazionale anche per Roma e Milano, che si attestano rispettivamente al 23% ed il 32% del parco abitativo disponibile in vendita.

Padova (68%) e Treviso (65%) guidano anche la graduatoria dei centri capoluogo con la maggiore disponibilità di abitazioni con posti auto o box dove installare un punto di ricarica per veicoli elettrici, seguite da Forlì (61%) e Modena (60%). Altri 16 capoluoghi offrono almeno il 50% delle probabilità di trovare un’abitazione con posto auto in vendita compresi in una forbice che va dal 56% di Modena e Vicenza e il 50% di Ravenna e Udine. Tutti i grandi centri si collocano molto al di sotto di queste percentuali: Bologna (27%), Roma (21%), Torino (16%), Milano (15%), Firenze (14%), Genova (13%)  e Napoli (12%).

La percentuale più bassa di case con posto auto di pertinenza spettano a Palermo (11%) e Venezia (3%).

Metodologia

Per realizzare questo studio sono stati analizzati 1,3 milioni di annunci immobiliari pubblicati nel database idealista per tutto il 2023, contando quelli che dichiaravano di avere un posto auto (indipendentemente dal fatto che comportasse un prezzo aggiuntivo, che fosse scoperto o che si trovasse nello stesso edificio).

Dati compilati e analizzati da idealista/data, il proptech di idealista che fornisce informazioni rivolte a un pubblico professionale per facilitare il processo decisionale strategico, sia in Spagna che in Italia e Portogallo. Utilizza tutti i parametri del database di idealista in ogni Paese, oltre ad altre fonti di dati pubbliche e private, per offrire servizi di valutazione, investimento, acquisizione di mercato e analisi.



Fonte Idealista.it

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta
error: Il contenuto è protetto !!