Una casa di design nella periferia londinese che si ispira ai cottage

  • 4 settimane ago
  • 0
Immobiliare makersbarn 9x2a5539 copy scaled Una casa di design nella periferia londinese che si ispira ai cottage


The Makers Barn è una residenza minimalista situata alla periferia di Londra, Regno Unito, progettata dal team Hutch con il tocco stilistico di Sarah Birks. Al centro del progetto c’è un imponente camino centrale in cemento, robuste pareti rivestite in gesso, colonne in legno e un soffitto decorato con boiserie in larice . 

L’ispirazione per questa interpretazione contemporanea viene dai cottage tradizionali. “La nostra interpretazione contemporanea rende omaggio allo stile architettonico locale, prendendo ispirazione dai cottage Tudor visivamente pesanti con tetti di paglia, camini pronunciati e pareti di canniccio e fango completati da una caratteristica struttura in legno”, spiegano dallo studio.

Nonostante le sue dimensioni modeste, è stato adottato un approccio ponderato, puntando su uno spazio unico, aperto e interconnesso che offre viste eccezionali. All’interno, una vasca da bagno integrata e una doccia in cemento si trovano sotto una sezione del soffitto, abilmente illuminata da un lucernario. Per migliorare ulteriormente la funzionalità, i mobili in legno personalizzati sono stati perfettamente integrati per definire diverse zone funzionali. 

Artigianato e natura

Il design degli interni di The Makers Barn pone una forte enfasi sull’artigianato e sui materiali organici. “Internamente abbiamo privilegiato materiali organici e artigianali con toni terrosi presi dalla natura, tra cui pareti e soffitti intonacati in argilla, pavimenti a grana fine e falegnameria in olmo inglese”, evidenziano. 

Artigiani e creatori hanno contribuito allo stile degli interni, con porte scorrevoli in legno che incorniciano e catturano viste mozzafiato sulle dolci colline a sud. Un camino centrale in cemento armato divide elegantemente in due il soffitto rivestito in larice, fungendo da suggestivo punto focale.

Aiuole di fiori di campo e sentieri erbosi si intrecciano con grazia nel paesaggio, esaltando il fascino naturale dell’ambiente circostante. La zona cucina è caratterizzata da un’isola cucina Jacob Alexander Elm realizzata su misura con eccezionali contenitori in metallo, con un design leggero che consente agli ospiti di godere della vista del paesaggio. I rivestimenti Zellige dirigono lo sguardo verso l’alto verso un lucernario, inondando la cucina di abbondante luce naturale.

L’importanza della decorazione

Gli arredi interni del Makers Barn testimoniano l’impegno dei designer per l’artigianato. Pezzi di artigiani selezionati completano magnificamente lo spazio. La zona living è impreziosita dal divano Camaleonda di Mario Bellini, dalla lampada da terra Papiro di Sergio Calatroni e dalla sospensione Anders di Pinch.

Il tappeto ispido di Cappelen Dimyr si estende sul pavimento a grana fine, evocando il fascino delle strade acciottolate . Nel tentativo di arredare e decorare The Makers Barn, i designer hanno cercato maker che condividessero la loro etica del design. Pezzi fatti a mano di Ash and Plumb, ceramiche di Jono Smart e utensili da cucina forgiati dal fabbro Alex Pole arricchiscono gli interni. 

Pezzi iconici, come il divano Camaleonda di Mario Bellini, la lampada da terra Papiro di Sergio Calatroni e la sedia e fioriera Loop di Willy Guhl, aggiungono carattere allo spazio. Insieme al tappeto a pelo lungo, i tessuti naturali di By Molle e i pendenti in fibra vegetale di Pinch infondono calore in ogni angolo di questa graziosa casa.



Fonte Idealista.it

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta
error: Il contenuto è protetto !!